Escursioni etna, tour etna, trekking etna Escursione etna, escursioni sull’etna, tour etna, trekking etna, etna vulcano

Notizie

Crispelle di riso: tradizione e bontà

Un dolce semplice ma molto gustoso

Vi abbiamo già parlato dello street food catanese e vi abbiamo mostrato i piatti tipici della nostra città. Oggi vi vogliamo parlare di un altro piatto tipico della tradizione catanese: le crispelle di riso.

crispelle di riso con miele
crispelle

Dolce della festa di San Giuseppe

La crispella è un dolce che soprattutto in passato era consumato in occasione della festa di San Giuseppe, molto probabilmente perchè San Giuseppe oltre ad essere falegname pare fosse anche un friggitore. Oggi sono davvero tanti i friggitori presenti in ogni angolo di Catania che preparano le crispelle praticamente tutto l’anno. Ed è consuetudine recarsi dai “crispiddari” per acquistare questi dolci con i quali, soprattutto in inverno, si è soliti concludere il pasto domenicale.

friggitrice con crispelle
friggitoria

Origine delle crispelle

Il nome “crispelle” ( “crispeddi” in dialetto siciliano) lo si deve alla loro superficie increspata, che richiama un po’ anche l’aspetto roccioso dell’Etna. A base di riso e miele ed aromatizzate con la buccia ed il succo di arancia prendono nomi diversi in base alla zona di provenienza, ma sicuramente quelle più conosciute sono quelle catanesi.
Pare che a realizzare questo dolce siano state per prime le monache Benedettine di Catania nel XVI secolo. Antichi testi di cronisti catanesi narrano che essendo molto povere le suore per vivere preparavano e vendevano i dolci agli abitanti della città: utilizzando ingredienti semplici e facilmente reperibili quali riso, latte, cannella, scorza di agrumi e miele di zagara prepararono questa leccornia, ed è per questo che oggi le crispelle vengono chiamate anche “benedettine”.

Mangiando una crispella si possono percepire tutti gli odori e i sapori tipici della Sicilia: dal miele dell’Etna agli agrumi di Sicilia. Insomma un prodotto culinario che non può mancare in un tour gastronomico della città.