Escursioni etna, tour etna, trekking etna Escursione etna, escursioni sull’etna, tour etna, trekking etna, etna vulcano

Notizie

Il pozzo di Gammazita a Catania

Mito e storia ai piedi dell’Etna

In pieno centro storico a Catania, a pochi passi dal Castello Ursino, si trova un vecchio pozzo di acqua che custodisce una leggenda molto cara alla città: la legenda della giovane Gammazita. Ricordiamola insieme!

Una foto del pozzo di Gammazita
Il pozzo di Gammazita

Gammazita: un esempio di virtù

La leggenda narra della storia di una giovane ragazza catanese vissuta ai tempi della dominazione angioina che era solita recarsi al pozzo per prendere l’acqua. Pare che un soldato francese si fosse invaghito di lei ma la ragazza, prossima alle nozze, lo rifiutava. Il giorno del matrimonio, proprio mentre la ragazza si recava al pozzo il soldato colse l’occasione per aggredirla. Gammazita pur di scappare e non avendo altra soluzione si gettò nel pozzo, preferendo quindi la morte.

Questa leggenda col passare del tempo fu arricchita di particolari e nacquero così nuove versioni, una delle quali parla di una bellissima donna, vedova del signore di Ficara, Macalda Scaletta. La donna era contesa da diversi uomini che lei però rifiutava in quanto innamorata del giovane paggio Giordano. Quest’ultimo però era follemente innamorato di Gammazita e Macalda, in preda alla gelosia, si accordò con un soldato francese Saint Victor, affinchè questi facesse capitolare Gammazita. Fu così che Saint Victor iniziò a tentare diverse imboscate fino a quando cercò di aggredirla proprio mentre la fanciulla andava ad attingere l’acqua dal pozzo. La ragazza però preferì gettarsi nel pozzo e morire. Giordano, appresa la notizia, pugnalò Saint Victor sul corpo dell’amata. Le macchie rosse sulle pareti del pozzo, dovute alla presenza di ferro, furono indicate come macchie del sangue della ragazza. Gammazita divenne quindi il simbolo di virtù, onestà e patriottismo delle donne catanesi.

Il pozzo e l’eruzione dell’Etna nel 1669

Il pozzo si trovava nell’area medievale della Judecca Suttana, l’antico ghetto ebraico, e luogo in cui confluivano numerose sorgenti d’acqua. In seguito all’eruzione dell’Etna del 1669 il pozzo di Gammazita fu sepolto sotto 14 metri di lava. Per un periodo fu abbandonato, fino a quando fu riscoperto e valorizzato dagli studiosi durante il Grand Tour. Oggi è possibile visitare il pozzo attraverso una scalinata di circa 62 scalini, ed è possibile ammirare un tratto della cortina cinquecentesca , luogo in cui scorreva l’acqua del pozzo frequentato dalla bella Gammazita.

Questa è una delle tante leggende legate alla storia del nostro vulcano, e potreste ascoltarla partecipando ad uno dei nostri tour sull’Etna. Oppure potreste prenotare un tour culturale con il nostro partner Sicily Day By Day per scoprire tutti i tesori nascosti della nostra bellissima Catania!